Come riconoscerla

 

L’umidità è notoriamente uno degli inconvenienti peggiori per una casa, dalle perdite nei tetti e nelle grondaie alle infiltrazioni.

Esiste però un’umidità più subdola, ma non per questo meno pericolosa, ed è l’umidità ascendente. Questa è un tipo di umidità di cui soffrono moltissime case in Italia, e che possiamo chiarire nei suoi termini più generali in poche parole.

In Italia, quasi tutti i terreni sono ricchi di umidità e tendono a trattenerla; i materiali da costruzione tradizionali, dai mattoni alle pietre, sono per lo più capillari, cioè assorbono l’umidità come una spugna. E, come in una spugna, l’umidità assorbita tende a espandersi e a salire.

Ecco che così una casa continua ad assorbire umidità dal terreno su cui è costruita: e questa è l’umidità ascendente.

Questo diffusissimo tipo di umidità provoca danni alla casa e a chi vi abita. Alla casa perchè fa affiorare macchie e salnitro sulle pareti, deteriora gli intonaci, li scrosta e li fa cadere, corrode e fa marcire il legno, rende più fredde le murature aumentando la dispersione di calore verso l’esterno. Alle persone perchè rende gli ambienti umidi e malsani, con intuibili conseguenze sulla salute.

Ecco perchè l’umidità ascendente è un nemico subdolo ma pericoloso, che va riconosciuto e combattuto radicalmente.